fbpx

Edilizia convenzionata Torino, cosa sapere

Edilizia convenzionata Torino

Prima di acquistare una casa a Torino, è molto importante informarsi sull’edilizia convenzionata di Torino e scoprire tutti i vantaggi che si possono ottenere e i requisiti necessari per presentare richiesta.
Prima di tutto, il mondo dell’edilizia si divide in costruzioni private e pubbliche. La commissione privata si compone delle imprese edili, che costruiscono seguendo le richieste del cliente. I progetti pubblici, invece, di solito vengono regolati da un bando dove l’ente commissionante stabilisce regole, vincoli e normative da rispettare.

L’edilizia convenzionata è una tipologia di costruzione che rientra nel mezzo, tra la commissione privata e quella pubblica.

Cosa si intende per edilizia convenzionata?

Possiamo definire l’edilizia convenzionata come “qualsiasi manufatto architettonico ad uso abitativo che prevede un accordo tra privato e pubblico“. Gli accordi di edilizia convenzionata a Torino vedono come protagonisti imprese di costruzioni private ed enti pubblici che si accordano per soddisfare una determinata esigenza abitativa.

Solitamente, le abitazioni costruite in edilizia convenzionata vengono ripartite a seconda delle fasce sociali di reddito dei richiedenti. Queste fasce vengono stabilite tramite parametri numerici che tengono conto, di vari fattori, tra cui numero di familiari, reddito annuale dei membri in età di lavoro, età anagrafica, condizione sociale, ecc.

L’edilizia convenzionata Torino non deve essere confusa con le abitazioni di edilizia sovvenzionata o agevolata.
Quindi, in cambio di agevolazioni fornite dall’ente pubblico tramite una convenzione, l’impresa si impegna nella realizzazione di appartamenti che venderà solo alle famiglie che faranno debita richiesta.

Quali sono gli appartamenti in edilizia convenzionata a Torino?

I manufatti architettonici ad uso abitativo che ricadono all’interno degli accordi di edilizia convenzionata di Torino si possono suddividere in due modelli tipologici a seconda del tipo di accordo economico preso.

La prima tipologia prevede che il costo per la costruzione delle abitazioni sia interamente a carico dell’ente pubblico di riferimento. Questa tipologia è normata dalla legge 167/62 che ne regola la distribuzione successiva. Le singole unità abitative possono essere cedute, affittate secondo diverse modalità che possono prevedere il rescatto o perpetuo dopo diversi anni.

La seconda tipologia prevede unità immobiliari realizzate tramite convenzioni (diverse a seconda del caso) in cui l’impresa di costruzioni si fa carico dei costi di realizzazione di un determinato numero di appartamenti venduti successivamente ad un costo inferiore a quello di mercato a famiglie bisognose. Questi alloggi devono, inoltre, soddisfare alcuni standard qualitativi e devono essere costruiti sul territorio comunale che ha concesso la convenzione. In questa tipologia il proprietario deve sottostare alle regole imposte dal comune, quindi questa tipologia non deve essere confusa con l’edilizia libera a prezzi convenzionati che segue altre regole e modalità.

Quali sono i doveri dell’impresa di costruzione?

Le imprese di costruzioni che si occupano della realizzazione delle unità abitative devono rispettare alcuni vincoli, riguardanti il valore di mercato degli immobili e la selezione dei possibili acquirenti in base ai requisiti, sociali, economici e personali (prima casa per giovani coppie).

La realizzazione di tali immobili deve essere su terreni provenienti da proprietà private per escludere la possibilità di esproprio o riscatti futuri.

All’impresa spetta anche il compito di urbanizzare il lotto di costruzione.

L’edilizia convenzionata Torino di Torre Lesna

Grazie alla convenzione stipulata con il comune di Grugliasco, da Torre Lesna potrete trovare una selezione di appartamenti in edilizia convenzionata ad un prezzo agevolato. Per tutte le informazioni, visitate la sezione dedicata del sito.